Il cielo d’Inghilterra – capitolo I (estratto)

cap1Ansiosa posò lo sguardo verso lo specchio e l’immagine che ebbe di rimando fu quasi sconosciuta per lei. Abituata a vedersi semplice e sportiva era difficile ritrovarsi in quella figura alta, sottile, fasciata da un lungo abito di seta nera impalpabile e morbida, con un profondo scollo dietro la schiena, dai lunghi spacchi laterali e dalle maniche affusolate.

I suoi ricci ribelli, di un colore bruno intenso ramato, di solito portati sciolti o annodati in una comoda coda di cavallo, erano ora sistemati in un serio chignon intrecciato con un sottile filo di seta nera. Doveva proprio ammettere di essere quasi bella in quell’abito che esaltava il suo fisico asciutto e longilineo: l’altezza e le spalle larghe rendevano i suoi movimenti eleganti e sinuosi… Cristina però si sentiva ugualmente goffa perché sapeva di star interpretando una parte che non era la sua e aveva paura di non saper dire le battute giuste.

(…)

Cristina sospirò profondamente e, sistemando una ciocca ribelle, uscì dalla stanza, per entrare nelle mille luci della festa.

Scese lentamente le scale con le tempie che le pulsavano per la tensione. Arrivata all’entrata del salone cercò nervosamente tra i presenti il volto amico di Mary, ma non la vide. Raccolse allora tutta la sicurezza di cui aveva bisogno e assumendo uno sguardo fiero entrò. Fu allora che il braccio forte di Steve la cinse la vita e con un dolce sorriso la portò con sé al centro della sala per un ballo.

«Ho pensato che prima preferissi ballare e poi affrontare tutti quegli sconosciuti» le disse con inaspettata tenerezza.

«Ti ringrazio Steve…» mormorò Cristina con imbarazzo.

«Mi auguro che tu possa passare un’indimenticabile serata» le confidò lui con un sorriso.

Quell’ultima sera in Inghilterra per Cristina fu una delle più belle della sua vita: ebbe modo di conversare, ballare, essere ammirata, ma soprattutto fu la sera in cui ebbe in dono il dolce sorriso di Steve che, guardandola con occhi intensi e profondi, le sussurrò un timido: «Stasera sei bellissima, Cristina!»   (…continua)

[“Il cielo d’Inghilterra”, capitolo I – Loriana Lucciarini – edizioni Arpeggio Libero]


Il commento dei lettori…

Ho trovato in queste pagine l’atmosfera dei romanzi ottocenteschi inglesi. Descrizioni finemente approfondite dei luoghi, ti portano ad essere una presenza invisibile alla scena, uno spettatore silenzioso, ansioso di conoscere i risvolti, gli intrecci dei rapporti tra i protagonisti che iniziano e si consolidano andando avanti nella lettura. Il tutto condito da un velato romanticismo scritto con uno stile attuale. [Carla Monaldi]

Annunci

2 pensieri su “Il cielo d’Inghilterra – capitolo I (estratto)

  1. Pingback: Alla scoperta de… “Il cielo d’Inghilterra”! | Il cielo d'Inghilterra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...